chiudi
Rilevatore di placca

Rilevatore di placca


La placca dentale non è facilmente identificabile, perché manca di colore, dunque è naturalmente invisibile. Per questo, è necessario un agente per rivelare la placca, un agente che la macchia in modo che il paziente possa valutare quelle aree in cui è necessaria una spazzolatura più approfondita, il cosiddetto rilevatore di placca.

Ci sono diversi materiali che macchiano la placca dentale. Arnim (1963) scoprì il primo colorante che poteva essere usato di routine e in sicurezza come rivelatore di placca dentale. Il colorante alimentare "eritrosina", che continua ad essere il più utilizzato e si presenta sotto forma di soluzione o compresse. L'eritrosina macchia indiscriminatamente la placca, il tartaro e i tessuti intraorali, così come le setole della spazzola, gli asciugamani e la pelle. Quest'ultimo sembra essere il suo unico inconveniente, rendendo consigliabili istruzioni e avvertenze sul suo utilizzo.

Combinazioni di colori come il rosso e il verde tingono la piastra in modo differenziato in base allo spessore della formazione e alla sua maturazione. Un'altra soluzione è la fluoresceina di sodio, che macchia la placca ma è visibile solo sotto la luce ultravioletta. E voi avevate mai sentito parlare di un rilevatore di placca? Forse non ne sapevate l'esistenza, ma sono molto utili quando si tratta di educare all'igiene dentale soprattutto i bambini (ma anche degli adulti). I rilevatori di placca sono sia sottoforma di compresse liquide o masticabili e servono a riflettere la placca batterica dai denti e aiutano a rimuoverla completamente. In questo articolo vedrmeo quindi come utilizzarli e la differenza tra rilevatore di placca liquido, rilevatore di placca tritonale e pastiglie rivelatrici di placca.

Che cos'è e come si usa il rilevatore di placca

Il rilevatore di placca viene introdotto in bocca e contiene un colorante che, a contatto con il biofilm formato dai batteri, lo macchia di colore, quindi è molto facile vedere le aree sporche che sono state lasciate senza spazzolare bene. In questo modo, i bambini possono scoprire aree in cui di solito non si spazzolano correttamente i denti e "giocare" a pulirle fino a eliminare completamente i colori dei loro denti. I dentisti di solito li usano in clinica per scoprire aree dei denti con tracce di placca batterica ma consigliamo loro anche di usarli a casa, sia per educare bambini che adulti. Un'altra utilità di un rilevatore di placca è quella di mantenere una corretta pulizia dei denti con ortodonzia fissa, poiché la difficoltà di spazzolatura è maggiore.

Tutti i tipi di prodotti per rilevatori sono utili ed è importante considerare le preferenze dei pazienti. È necessario utilizzare compresse o soluzioni rivelatrici per valutare le aree di ritenzione della placca e per effettuare un'autovalutazione domiciliare delle attuali tecniche di spazzolatura. I sistemi di rivelazione sono particolarmente utili per i bambini piccoli, in modo che loro stessi possano essere consapevoli di come è la loro spazzolatura e se devono insistere di più su alcune aree. Possono essere particolarmente utili quando si avvia un programma preventivo. Man mano che il paziente diventa abile nella valutazione dello stato gengivale, l'agente rivelatore può essere usato meno frequentemente per verificare l'accuratezza della rimozione della placca.

Modalità di applicazione del rilevatore di placca

Vediamo ora in quali forme di può trovare un rilevatore di placca e come utilizzarlo.

- In soluzione: 2 gocce del colorante vengono depositate sotto la lingua e viene fatto passare attraverso tutte le superfici e i tessuti dentali, oppure si può passare uno spazzolino da denti intinto nel colorante sulla superficie dentale.

- In compresse: la compressa viene sciolta nella cavità orale per garantire l'omogeneità dei componenti, anche se in pratica la sua masticazione (senza deglutire) è altrettanto efficace. In entrambi i casi la saliva viene fatta passare attraverso tutte le superfici e i tessuti dei denti per circa 2-3 minuti.

- Con fluorescenza: con uno spazzolino intinto nel colorante si spazzola tutta la superficie da osservare, poi si osserva con la luce ultravioletta e si notano bene tutte le superfici macchiate. Questo è il metodo meno utilizzato poiché, può essere fatto solo durante consultazione dentale e oggi è considerato obsoleto perché i professionisti dentali sono i migliori rilevatori di placca dentale.

Ma in casa esistono diversi tipi di rilevatore di placca per uso domestico e che si possono trovare in farmacia: compresse masticabili, in forma liquida e con risciacquo. Dopo l'uso di questi rilevatori, le aree con placca saranno tinte di rosso e dovranno essere spazzolate per rimuovere i resti. Alla fine della spazzolatura, dobbiamo sciacquare la bocca più volte e controllare che tutta la placca sia stata rimossa. Ci sono anche in vendita alcune compresse e liquidi che colorano in due colori: blu per le aree con placca vecchia e rosso per placche recenti. Questo tipo di rilevatore di placca possono essere utilizzati sia prima di lavarsi i denti, per eseguire una spazzolatura accurata rimuovendo il colorante, sia dopo, per verificare se i resti della placca siano rimasti.

La placca batterica è la causa di molte patologie come cavità o malattie parodontali, che possono quindi essere prevenute con un rilevatore di placca. Inoltre questo utile strumento motiva anche l'abitudine di spazzolare e aiuta a migliorare la tecnica di lavaggio dentale. Si può quindi concludere che l'utilizzo di un rilevatore di placca aiuta nell'educazione orale in modo semplice, divertente e del tutto sicuro.
Rilevatore di placca