chiudi
Digrignare i denti

Digrignare i denti


La maggior parte di noi di tanto in tanto ha il brutto vizio di digrignare i denti. Digrignare i denti da sveglio o digrignare i denti di notte rappresenta un serio rischio per la salute dei denti. Questa patologia si chiama bruxismo ed è un problema che il dentista potrà aiutare a risolvere. Il bruxismo infatti causa dei danni alla superficie dei denti per via del digrignamento. Il digrignamento occasionale dei denti è solitamente innocua, ma se eseguita regolarmente, diventa un'abitudine dannosa nota come bruxismo. In questo articolo spieghiamo in dettaglio le cause e il trattamento del bruxismo. Capire in che modo evitare di digrignare i denti è importante ancor più che il bruxismo può provocare, come vedremo, danni importanti ai denti. Nei prossimi paragrafi cercheremo di parlare delle cause che fanno digrignare i denti di notte e di giorno e dei rimedi più efficaci.

Digrignare i denti cause

Poiché il bruxismo si manifesta normalmente durante il sonno, molte persone non ne sono consapevoli. Tuttavia, un mal di testa sordo costante, dolore alla mascella o al collo, possono essere sintomi rivelatori del bruxismo. Il dentista può rilevare i segni di bruxismo durante l'esame della bocca, come la sensibilità o l'eccessiva usura dei denti. Digrignare i denti può arrecare danni e complicazioni che vanno oltre la salute orale. In molte occasioni i dentisti suggeriscono di utilizzare un apparecchio per non digrignare i denti così da proteggere lo smalto dei denti dallo sfregamento. Ma quali possono essere le cause scatenanti questo disturbo? Secondo alcuni i fattori genetici hanno una certa importanza ma bisogna anche nominare lo stress. Tra le conseguenze del digrignare i denti abbiamo una perdita progressiva di smalto e l’ipersensibilità dentale, l’usura e le fratture dei denti, l’infiammazione dei muscoli della mascella e ipertrofia dei masseteri (muscoli masticatori), disturbi dell'articolazione temporomandibolare, mal di testa e orecchie e disordini del sonno. Tutti questi disturbi possono essere prevenuti o evitati con un'identificazione precoce e un trattamento correttivo indicato dallo specialista. Abitudini di vita sane e la riduzione dello stress contribuiscono molto positivamente alla mitigazione del bruxismo. La maggior parte di noi di tanto in tanto stringe i denti. Il digrignamento occasionale dei denti è generalmente innocua, ma, se eseguita regolarmente, possono insorgere altre complicazioni per la salute orale. Il bruxismo, in larga misura, è causato da stress e ansia e spesso si verifica durante il sonno. Un'altra causa potrebbe essere un morso anormale o l'assenza di denti. Poiché normalmente si verifica durante il sonno, la maggior parte delle persone non sa se digrigna i denti. Tuttavia, un costante mal di testa sordo, dolore alla mascella quando ci si alza o dolore al collo possono essere sintomi rivelatori del bruxismo.

Apparecchio per non digrignare i denti e altri trattamenti

Il dentista può rilevare i segni di questo bruxismo esaminando la bocca, segni come la sensibilità e l'eccessiva usura dei denti. Il bruxismo cronico se non trattato può portare a frattura, allentamento o perdita dei denti. L'usura dei denti può essere così grave che per riabilitarli potrebbe essere necessario il posizionamento di corone, ponti, impianti, protesi parziali o totali. Digrignare i denti non è quindi una buona idea e chi si accorgesse di soffrire di questo disturbo dovrebbe quanto prima richiedere aiuto a uno specialista. Il trattamento che il professionista consiglierà contro il digrignare i denti di solito è il posizionamento di un bite per proteggere i denti. Se la causa del bruxismo è lo stress, ecco che bisognerà intervenire anche su di esso cercando di limitarlo. Altri suggerimenti che possono aiutare a fermare il digrignare i denti includono evitare o ridurre cibi o bevande contenenti caffeina, evitare alcol e gomme da masticare in quanto abituano la mascella a contrarsi aumentando così la probabilità di bruxismo.

Come evitare di digrignare i denti

Una volta spiegato il perché digrignare i denti non fa bene ai denti, vediamo ora che cosa si può fare per cercare di lasciarsi alle spalle questo vizio inconsapevole che fa così male alla nostra salute orale. Digrignare i denti significa contrarre i muscoli addetti alla masticazione che fanno in modo che l’arcata superiore e inferiore dei denti si comprimano violentemente. A volte chi soffre di bruxismo non lo sa in quanto parliamo di impulsi involontari. Quando si vuole smettere di digrignare i denti è essenziale rivolgersi a uno specialista che saprà dare i consigli giusti nell’ottica della guarigione. Finora, come già accennato, il rimedio più efficace è quello di prescrivere un bite per evitare il digrignare dei denti. Il serramento dei denti, secondo alcune stime, colpisce qualcosa come il 40% della popolazione. Per smettere di digrignare i denti si consiglia anche di provare a liberarsi dei pensieri negativi ricorrenti, di praticare l’attenta consapevolezza per prendere coscienza delle tensioni presenti a livello mandibolare, di chiedere aiuto al partner e di indossare un paradenti.
Digrignare i denti