chiudi
Denti rifatti

Denti rifatti


La ricostruzione dentale consiste nella sostituzione o riparazione di denti, ossa o tessuti. Questo trattamento dei denti rifatti è indicato sia per i problemi di denti danneggiati e usurati sia per trattare la sindrome dell'ATM (un disturbo dell'articolazione della mascella che causa dolore alla testa e al collo e talvolta uno scatto durante la masticazione).

Il tipo di ricostruzione dentale da utilizzare dipenderà dalla gravità e dalle caratteristiche della condizione sofferta dal paziente. Se necessiti di denti ricostruiti sei nel posto giusto: leggi quest’articolo e scopri di più.

Le tecniche di ricostruzione dentale

In alcuni casi in cui la carie è molto grave, viene eseguita una ricostruzione orale completa, combinando tecniche di odontoiatria estetica e neuromuscolare. Inoltre, per poter avere dei denti rifatti, l'ortodonzia può essere utilizzata per correggere i difetti di allineamento dei denti e successivamente affrontare il restauro dentale con faccette in porcellana, corone dentali, ponti, impianti e intarsi.

Il tipo di ricostruzione dentale da utilizzare dipenderà dalla gravità e dalle caratteristiche della condizione sofferta dal paziente. A seconda del livello di danno e del tipo di condizione, i dentisti ti indicheranno la tecnica di ricostruzione dentale necessaria per preservare il tuo dente naturale. Può essere sviluppato in diversi modi, ma l'obiettivo principale di queste procedure è quello di avere dei denti nuovi e consentire il recupero sia della funzionalità che dell'estetica dentale.

Le tipologie di ricostruzione dentale

  • Ricostruzione dentale in composito: questa tecnica per avere i denti rifatti è ideale per quei casi in cui il danno è lieve. Il materiale composito aderisce alla struttura del dente, riproducendo le caratteristiche originarie del dente con grande somiglianza. In questo modo si ottiene un sorriso armonioso;
  • Ricostruzione dentale intarsiata: questa tecnica viene applicata quando il danno si verifica solo superficialmente. Proprio per questo motivo, i dentisti cercheranno di ricostruire il dente interessato mediante un intarsio con materiali come lo zirconio o la ceramica. I denti ricostruiti ottenuti sono incredibilmente naturali;
  • Ricostruzione dentale che usufruisce di corone dentali: le faccette dentali vengono utilizzate un po’ in tutte le cliniche dentali, specialmente nei casi in cui c'è stato un colpo al dente. Questo è posto per adesione. Una semplice procedura che ripristina l'estetica dentale in un giorno;
  • Ricostruzione della gamba e della corona: è senza dubbio il tipo di tecnica più complessa se decidiamo di avere dei denti rifatti. Perché? Perché un perno viene inserito prima del posizionamento della corona per garantire che il dente abbia una maggiore fermezza. Si applica nei trattamenti endodontici quando la carie è profonda.

Quando è necessaria la ricostruzione dentale?

Se ritieni di avere bisogno di denti ricostruiti, questa soluzione dentale conservativa riesce a mantenere il dente originale, eliminando la necessità di optare per un impianto dentale. È senza dubbio un'opzione che può essere molto vantaggiosa. Alcune delle condizioni che possono causare la necessità di optare per questa tecnica sono cavità profonde, traumi dentali, fratture della corona del dente o addirittura la necessità di migliorare l'aspetto estetico della bocca a causa di patologie come il bruxismo.

Il trattamento dei denti rifatti offre vantaggi. Attraverso questa tecnica, è possibile preservare il pezzo dentale senza dover optare per il trattamento di implantologia, anch'esso più costoso. Inoltre, consente di recuperare estetica e funzionalità orale. Grazie all'utilizzo delle più avanzate attrezzature, si ottiene un risultato naturale attraverso una tecnica minimamente invasiva e totalmente confortevole.

Cura dopo l'intervento

Dopo una ricostruzione dentale, è normale che il paziente provi dolore e disagio per i suoi denti nuovi. Il medico può provare a ridurlo prescrivendo antidolorifici e antinfiammatori. Naturalmente, per alcune ore sentirai anche gli effetti dell'anestesia. Tuttavia, entrambi i problemi si risolveranno entro uno o due giorni.
Il medico può consigliare di seguire una dieta liquida per una o due settimane, in modo da non forzare la nuova parte fino a quando il corpo non l'ha completamente accettata e la sua sopravvivenza è garantita. Può anche darsi che il medico ti consigli, successivamente all’operazione dei denti rifatti, di eseguire risciacqui con qualche tipo di collutorio speciale per un po’ di tempo, al fine di evitare che la bocca sia infettata da batteri e altri germi che potrebbero filtrare attraverso il dente nuovo. Il tuo medico ti informerà per quanto tempo eseguire questi risciacqui e di che tipo dovrebbero essere.

Infine, va notato che dovresti recarti regolarmente dallo studio del dentista in modo che possa valutare come sta procedendo il processo di recupero dei tuoi denti rifatti. È importante eseguire questi controlli di routine, poiché altrimenti la ricostruzione dentale potrebbe causare problemi, nel caso in cui ci sia qualcosa da correggere e non venga corretto.

Vuoi saperne di più sulla ricostruzione dentale e sui denti rifatti? Sei interessato al trattamento? Contatta il tuo studio dentistico e mettiti nelle mani degli specialisti per un trattamento di successo con il quale ti garantiranno il miglior risultato.
Denti rifatti